Ecco come le carezze della mamma incidono sul benessere del neonato

19.10.2012 18:08

Le carezze e le mani della mamma sono fondamentali nelle prime settimane di vita del bambino.

Non è una novità, certo, ma adesso arriva uno studio, condotto dalle Università di Liverpool, Manchester e dal King’s College di Londra che dimostra scientificamente i benefici del tocco della mamma. Innanzitutto il contatto con il corpo della madre riduce gli effetti legati allo stress causato dal parto, ma anche i possibili traumi vissuti durante la gravidanza.

E’ vero che per nove mesi il bambino è cresciuto in un ambiente caldo e ovattato, ma ciò non gli ha impedito di vivere comunque piccoli stress (soprattutto se la madre ha vissuto una gravidanza caratterizzata da momenti di stress e tensione) che si manifestano alla nascita con disturbi emotivi e comportamentali che possono presentarsi anche nei primi anni di vita. Secondo questo studio pubblicato su PLoS ONE il tocco della mamma riesce in qualche modo a rimediare a questo stress prenatale.

In che modo?

I ricercatori hanno misurato i valori del battito cardiaco in risposta allo stress a sette mesi di vita e hanno concluso che questo parametro è variabile in funzione a quanto la mamma carezza il corpo del neonato. Inoltre le carezze materne hanno aumentato l’attività dei geni coinvolti nella risposta allo stress che avevano subito alcune variazioni durante la gravidanza.

Bisogna raccomandare il massaggio neonatale a tutte le mamme che hanno vissuto una gravidanza stressante? Per rispondere a questa domanda i ricercatori intendono seguire un gruppo di bambini per verificare se il tocco della mamma e le carezze abbiano un impatto significativo nello sviluppo nei primi anni di vita. Da Paginemediche.it