Lo stress può aumentare il rischio di demenza?

03.07.2012 12:05

Se lo sono chiesti alcuni ricercatori britannici che hanno appena avviato uno studio per rispondere al quesito.

L'indagine, finanziata dalla Alzheimer Society, seguirà 140 pazienti con una diagnosi di pre-demenza o con un leggero declino cognitivo e indagherà su quanto lo stress, fisico e psicologico, possa influire sulla loro condizione.

I ricercatori preleveranno campioni di saliva ad intervalli di sei mesi per un totale di 18 mesi complessivi e misureranno i markers biologici dello stress. In questo modo sperano di poter individuare un modo per prevenire la demenza. Già studi precedenti hanno ipotizzato che lo stress nella mezza età potrebbe aumentare il rischio che una persona sviluppi il morbo di Alzheimer.

Ad esempio una ricerca svedese che ha seguito circa 1500 donne per un periodo di 35 anni ha scoperto che il rischio di demenza era del 65% più alto per le donne che avevano vissuto periodi di particolare stress nella mezza età. Anche uno studio scozzese condotto su modelli animali è giunto alla conclusione che gli ormoni che l’organismo rilascia in risposta allo stress potrebbero interferire con le funzioni cerebrali.

A guidare lo studio che sta per partire è Clive Holmes dell'Università di Southampton che spiega "tutti noi viviamo periodi di particolare stress e spesso alcuni eventi possono rappresentare un fattore di rischio per l’Alzheimer". Tra 18 mesi i primi risultati.

Da paginemediche.it